0xC1900101 - 0X2000D , Windows 10 Anniversary Update

La domanda a cui vorrebbe risponde questo post è "This will take a while: quanto a lungo siamo disposti ad aspettare per un update?". Ovviamente non è un articolo tecnico ma davvero Windows a volte non so proprio come prenderlo.

Da 3 giorni sto provando ad aggiornare il mio pc di casa con Windows 10 (pro) dalla versione
- 1511, Threshold 2
alla versione
- 10162, Redstone 1 o Anniversary Update (2 agosto 2016).

Queste le modalità che ho provato:
1) Settings -> Update and Security -> Check for updates -> Scarica/Installa/Cinema
2) "Windows 10 Upgrade Assistant", scaricabile da qui
https://support.microsoft.com/en-us/help/12387/windows-10-update-history?ocid=update_setting_client
3) ISO di Windows 10  64bit scaricata tramite Media Creation Tool, da qui
https://www.microsoft.com/en-us/software-download/windows10ISO

Nota che il sistema operativo sta su un disco a stato solido (850 evo), per cui mi aspetto che operazini di questo tipo siano "rapide".

Il risultato è sempre stato questo:
win10_aa_stuck

Ho aspettato una volta 30 minuti, un'altra 1 ora, poi 2 ore, poi 3... Sempre fermo inchiodato al 18%. Al che riavviavo col tasto fisico del pc, Windows effettuava il rollback alla precedente versione, e tutto tornava come prima.

Con il metodo 3, ovvero utilizzando la ISO (anche perchè ho una adsl di telecom pessima in casa, per cui riscaricare tutto ogni volta era un delirio), almeno riuscivo ad avere una stringa di errore di questo tipo:

errore

La scrivo per chi ha bisogno di fare un bel copia-incolla su google:

0xC1900101 - 0X2000D
The installation failed in the SAFE_OF phase with an error during MIGRATE_DATA operation.

Gli errori trovati nel file
C:\$WINDOWS.~BT\Sources\Panther\setuperr.log
(questa directory dovrebbe contenere i log creati durante l'upgrade a una nuova versione di windows), risultavano per me "incomprensibili".

Ho perso le mie classiche 4 o 5 ore nel cercare soluzioni sul web e nell'applicarle al mio caso, tipo:
1) Disinstallare l'antivirus.
2) Lanciare l'update in clean boot.
3) Lanciare l'update in safe mode with networking.
4) Check del disco e cazzi e mazzi.
5) Problema di driver e di periferiche collegate, prova a staccarne il più possoibile.
6) Disinstallare programmi "noti" per far casino, nel mio caso la Asus AI suite 3.
A un certo punto ero talmente disperato che ho addirittura provato a utilizzare un programma per la pulizia del registro (mi vergogno): ovviamente ha fatto casino, ha installato un boot booster che non volevo (bloatware), ha incasinato lo stack tcp/ip e il pc  non andava più in rete... insomma, sono tornato a un punto di ripristino precedente.

Bene, ovviamente se scrivo è perchè ho risolto e sono riuscito nel fare l'aggiornamento:

aa_dopo(output del comando "winver).

La soluzione è stata molto semplice: lanciare l'aggiornamento e andare a dormire col pc acceso. Trascorse 7 ore, alla mattina,mi sono ritrovato l'update eseguito.
"La pazienza è la virtù dei forti", ma anche "GG".

Print Friendly, PDF & Email