UASP - usb3 e Corsair Flash Voyager GTX 256GB - Win81 e Linux

Da qualche tempo sento parlare del protocollo UASP (USB Attached SCSI Protocol), delle sue caratteristiche diverse dal classico BOT usato per decenni per i trasferimenti via usb e di come dovrebbe migliorare le prestazioni sopratutto con dischi SSD.

Fino ad ora però non avevo mai avuto l'opportunità di testarlo in quanto non avevo a disposizione nessuna periferica che lo supportasse: anche il mio ultimo usb drive infatti (Sandisk Extreme 64GB) non supporta UASP. Ho però tra le mani una fiammante Corsair Flash Voyager gtx 256GB, che promette prestazioni mirabolanti (a un prezzo mirabolante e a un peso "importante") e che supporta correttamente UASP.

Corsair Flah Voyager GTX 256GB - Peso 52grammi Sandisk Extreme 64GB - Peso 12Grammi
Corsair Flah Voyager GTX 256GB, Peso 52g --- Sandisk Extreme 64GB, Peso 12g

Le specifiche e i benefici di UASP si possono tranquillamente trovare in rete: a me basta sapere che permette l'NCQ, ovvero accoda più richieste di lettura/scrittura per poi eseguirle in maniera intelligente, che dati e comandi hanno finalmente vie sperate (non condividono più la stessa in maniera seriale) e che supporta dimensioni massime di trasferimento di un singolo "pacchetto" ben più elevate (più di 1MB contro i 64KB della precedente implementazione).

Per poter sfruttare i "benefici" di UASP bisogna essere sicuri che

- Lo stack usb implementato nei driver del sistema operativo supporti UAS
- Il dispositivo (hardware e firmware) supporti UAS
- Il controller usb dell'host sia compatibile con UAS

WIN 8.1 UASP

Windows 8.X supporta nativamente lo UASP con un apposito driver di Microsoft (uaspstor.sys): versioni precedenti di Windows invece richiedevano driver specifici. Per esempio la Asus AI Suite II installa un driver-filtro (ASUSFILTR) che  permette di abilitare UASP.

Quando vado a inserire la Corsair Voyager GTX noto che il driver caricato da Windows 8.1 è proprio uaspstor.sys

win81_driver

Questo ciò che vedo nel menù USB 3.0 Boost della Asus AI Suite II installata per la mia motherboard Asus Z87I-PRO.

asus_ai_usb_boost

Come si può notare UASP è abilitato ma i pulsanti per disabilitarlo non sono attivi in quanto il supporto a UASP in win 8.1 è nativo e non c'è bisogno dell'intermediazione dei driver asus.

Il "vecchio" usb-drive Sandisk Extreme 64GB invece uitilizza il protocollo BOT, nel mio caso in salsa ASUS in quanto ho attivato la modalità turbo nella AI Suite.

win_81_driver_bot_asus

asus_ai_usb_turbo

In questo caso i pulsanti sono abilitati in quanto la chiavetta usb sta funzionando in modalità turbo utilizzando i driver asus: si può quindi forzare "normal" per utilizzare i driver BOT di windows, o ricliccare "Turbo" per utilzzare i driver asus.

CORSAIR FLASH VOYAGER GTX - UASP - WIN 8.1

Test di velocità approfonditi di questo usb drive si possono trovare in rete. Io mi limito a riportare alcuni risultati di CrystalDiskMark

crystal_gtx

che sono tutt'altro che mirabolanti, come del resto è l'impressione di utilizzo nel copiare file di grosse dimensioni in maniera sequenziale.
Con la Sandisk Cruiser Extreme da 64GB ottenevo valori di scritture sequenziale attorno ai 215MB/sec senza UASP.

UASP LINUX

Il modulo utilizzato storicamente per i block device usb è "usb-storage" che viene caricato dal kernel quando si inserisce la periferica usb.
Questi i log su un sistema centos 7 registrati all'inserimento di un usb drive.

Questo il dettaglio del driver utilizzato

Inserendo la nuova Flash Voyager GTX sul medesimo sistema centos 7, non ho fortuna e viene comunque caricato il driver usb_storage

Provo allora su un Lenovo Yoga Pro 3, dove ho installato ubuntu 15.04 64bit con il kernel

Qui, all'inserimento dell'usb drive viene caricato il modulo uas.ko

Queste le informazioni sul modulo uas.ko

Quindi in questa installazione di ubuntu posso godere dei benefici del protocollo UASP....

CORSAIR FLASH VOYAGER GTX - uas.ko Ubuntu 15.04 - usb_storage Centos 7

Per testare rapidamente la velocità di scrittura sequenziale mi affido a gnome-disk-utility (gnome-disks)

Ubuntu 15.04 - UASP

Per amore di dd e della linea di comando posso provare a effettuare anche un test in questo modo (ripetendoli un po' di volte per evitare eccessive variazioni)

La stessa chiavetta testata senza UASP su centos 7 da questi risultati

gnome-disk_no_uasp

In questa caso sembrano esserci dei benefici nell'utilizzo di UASP, anche se i motivi delle maggiori prestazioni potrebbero essere dovuti al fatto che sto testando su sistemi operativi diversi e su macchine molto  diverse...

 

Print Friendly, PDF & Email