Condizionatore e Temperatura - Come (non) risolvere un problema complicandosi la vita

Qualche mese fa avevo scritto una guida sul come utilizzare un termometro usb (da aliexpress) per misurare la temperatura ambientale. L'idea era quella di costruire un sistema di misurazione a bassissimo costo in una "sala server" (virgolettato visto che si parla di 3/4 macchine da tavolo) non attrezzata e priva di condizionatore.

sala_server

Ovviamente in questi 6 mesi di funzionamento la temperatura interna è stata molto variabile in relazione alla situazione climatica esterna, con punte che purtroppo raggiungevano i 29/30 gradi.

day_temp

Si è quindi deciso di acquistare un climatizzatore Mitsubishi "casalingo" con uno splitter e un'uinità esterna. Dopo la sua installazione chiaramente la temperatura è scesa a livelli ottimali e  sopratutto costanti. Niente di ecclatante o degno di essere riportato comunque.

condizionatore

Nei 5 giorni di funzionamento con condizionatore ho però iniziato a rilevare un fenomeno curioso che si verifica unicamente nelle ore notturne. L'indagine di questo fenomeno, a mio parere, può essere interessante (le conclusioni no).

Queste le temperature registrate tra le 0.30 e le 3.30 di notte prima dell'installazione del condizionatore e dopo.

grafico

Come si può capire leggendo il grafico, prima di avere il condizionatore la temperatura in queste 3 ore rimaneva piuttosto alta ma costante. Col condizionatore attivo invece, la temperatura inizia a salire attorno alla 1:30 per avere un picco alle 2:30 e poi scendere fino a raggiungere la temperatura stabilita (20 gradi) alle 3:00: questa temperatura poi si mantiene costante in tutto il resto della giornata.

La prima verifica che ho fatto è stata controllare  che non ci fossero dei picchi di utlizzo delle cpu durante il periodo incriminato: tesi molto improbabile in  quanto in passato le temperature erano  costanti,  difficilmente un uso smodato di cpu/gpu porta a un aumeto di 3 gradi AMBIENTALE e ancora più difficilmente un carico eccessivo si verifica su n macchine diverse in contemporanea.
Il comando per effettuare questa verifica è sar (pacchetto sysstat)

Una volta escluso il problema "informatico" le mie attenzioni si sono rivolte al condizionatore stesso. Avevo lasciata attiva la funzionalità "ECONO COOL" che, da manuale:
Che cos’è la funzione “ECONO COOL”
L’oscillazione del flusso d’aria (modifica del flusso d’aria) dà una sensazione di maggiore freschezza rispetto a quando il flusso d’aria è costante. La temperatura impostata e la direzione del flusso d’aria vengono modificate automaticamente dal microprocessore. È possibile ottenere un raffreddamento mantenendo la sensazione di comfort. Ciò consente di beneficiare di un risparmio energetico.

Ho quindi provato a settare tutto manualmente, temperatura di uscita dell'aria (20-21 gradi in una "sala server") potenza della ventola e posizione delle alette, in questo modo

telecomando

ma purtroppo il giorno dopo ho ritrovato le medesime fluttuazioni di temperatura.


 

Ho quindi preparato per la notte successive 2 rilevazioni diverse

1) Misurazione della temperatura tra le 1:00 e le 3:00 ogni 5 minuti (per affinare i risultati), mettendo in cron il medesimo script ma eseguito così (/etc/cron.d/temper_2)

ovvero ogni 5 minuti fra la 1 e le 3.

2) Ho sistemato una telecamera fissa sul condizionatore e ho configurato un server per registrare il flusso video con ffmpeg nelle ore incriminate

I pacchetti necessari all'operazione, su centos 6, sono ffmpeg, v4l-utils e poi cheese per fare le prove di posizionamento della telecamera stessa.
Verifico che tra i formati di acquisizione supportati da ffmpeg ci sia v4l2

Verifico che la videocamera sia correttamente vista da video4linux

e, per curiosità, guardo anche tute le altre informazioni che legge video4linux2 col comando

Fatto questo preparo uno script da eseguire in cron alle 1:00 che registri per 2 ore.

-f video4linux2 -> Gli dico di usare video4linux2 per la cattura dello stream dalla videocamera e per scrivere l'output su un file
-s 640x480 -> Risoluzione di cattura
-framerate 20 -> Numero di frame per secondo catturati
-b:v 128k -> Bitrate del segnale video, ho scelto 128k perchè altrimenti 2 ore di registrazione producevano un file troppo grosso
-i /dev/video0 -> Il device
-t 02:00:00 -> Per quanto tempo registra, hh:mm:ss
/root/out.mpg -> Il file di output

Vado a mettere in /etc/cron.d/registra

in modo che all'una venga eseguito lo script di cui sopra.


Ecco i risultati del giorno successivo

1) Rilevazioni ogni 5 min

temp_picco

2) Guardo il video (2 interesantissime ore di imamgine fissa, 185MB di spazio) e scopro che alle 1:39 il condizionatore si spegne di colpo (la spia verde sparisce) e che esattamente 1 ora dopo alle 2:39 si riaccende (la spia si riaccende e i bocchettoni si muovono per tornare alla medesima posizione iniziale). 1 minuto dopo si accende anche l'altra spia che indica che l'unità sta operando per raggiungere la temperatura stabilita in quanto nella stanza ci sono almeno 2 gradi in più.

Taglio il video nei secondi interessati

e lo concateno in un unico file

Questo il favoloso risultato


Conclusione: per qualche strano motivo la corrente viene staccata con un preciso timer esattamente dalle 1:39 alle 2:39.

Print Friendly, PDF & Email