Router/Adsl modem Fastweb + Router wi-fi

Il  router a mia disposizione fornito da fastweb si chiama

Selex Elsag Datamat argo 55+

Selex è la controllata di finmeccanica (a buon intenditor)...

Le caratteristiche tecniche non si trovano in giro, mi pare che le porte ethernet siano 10/100 e il wi-fi  è standard G.

Aveo in precedenza un router Netgear DNG WNDR3700

L'obiettivo era quello di utilizzare il comparto wireless del suddetto netgear (standard n dual band e aggregazione dei canali) e magari anche la sua gigabit ethernet per alcuni collegamenti senza però effettuare un doppio natting che avrebbe di fatto mascherato i dispositivi connessi sulla rete interna creata dal netgear.

Prima cosa dalla myfastpage disabilitare lo schifosissimo wireless del router Argo di fastweb.

Poi nell'interfaccia del netgear, LAN disabilitare il dhcp. Assegnare staticamente al router un indirizzo ip nella rete interna che assegna l'argo. Ovvero, l'argo ha un ip pubblico sulla wan e assegna ip privati sulla LAN nella rete 192.168.1.X (con X>128 ), se attacchi una delle porte ethernet dell'argo a una porta LAN del netgear il netgear avrà un ip di quel tipo assegnato da dhcp. Però io lo vorrei statico per cui l'ho assegnato a mano, per esempio 192.168.1.200.

Così facendo il router netgear si comporta da Acces Point + Switch per cui il dhcp dell'argo assegna ai dispositivi collegati via ethernet al netgear e ai dispositivi collegati via wi-fi sempre al netgear i suoi indirizzi ip (sempre nella rete 192.168.1.X) e il tutto funziona alla perfezione avendo una sola rete interna.

Così facendo dovrebbe funzionare anche il readyshare del netgear visto che le porte usb dell'argo sono disabilitate

N.B: Non ho effettuato alcun bridge in questa configurazione.
Ho configurato un router per funzionare come wireless acces point, ovvero come un dispositivo a cui dei client wireless possano connettersi per unirsi a una rete già esistente
Di contro un wireless bridge serve a connettere 2 reti separate. Il wireless bridge si connette a una rete wireless già esistente e permette a tutti i dispositivi collegati al bridge (via ethernet, ma non è sempre vero) di parlare a quelli sulla wi-fi preesistente.

Print Friendly, PDF & Email