Clonare un disco "grosso" su uno "piccolo" - Clonezilla - Win10

Lo scopo è clonare un HDD "tradizionale" da 1TB, al cui interno si trova un'installazione funzionante di Windows 10 (efi-gpt),  su un SSD da 500GB utilizzando clonezilla.

La procedura è abbastanza semplice, però bisogna leggere con attenzione quel che appare a video e non farsi prendere dal panico quando compaiono degli errori (come ho più volte fatto, perdendo un sacco di tempo).

Mi scuso per le foto pessime fatte con lo smartphone ma, causa ira funesta, non ho avuto la calma e la pazienza di fare degli screenshot.

Per effettuare la procedura ho utilizzato una distro live chiamata DRBL
https://drbl.org/
che ha al suo interno ha sia clonezilla (lo strumento principale), sia gparted (per alterare le partizioni). L'ho caricata su una chiavetta usb,  ho attaccato i 2 dischi (HDD e SSD) a un vecchio computer desktop e ho avviato il pc dalla chiavetta usb.


Questo il disco tradizionale visto dal BIOS

Visto da gparted

Aggiungo anche questo screenshot, fatto attaccando questo disco come secondario su un pc con un'installazione funzionante di Win10, lanciando "Disk Management". Questo mi permette di effettuare un bel checkdisk sul file system ntfs nativo di Windos 10, nel caso in cui serva.


Questo l'SSD - Crucial MX500.

Visto da BIOS.

Visto da gparted, avendo creato (penso non serva a nulla perchè ci pensa clonezilla) una tabella delle partizioni di tipo gpt.


Faccio partire clonezilla dalla distribuzione live e seguo questa procedura:

A fine procedura il disco SSD apparirà in questo modo (qui visto da gparted).

Faccio poi partire il pc desktop con un' installazione funzionante di Windows 10 e attacco l'SSD appena clonato come disco secondario  (potrei anche collegarlo via usb con un box esterno).

Effettuo un check del disco con chkdsk /F per correggere gli errori (potrei anche collegarlo direttamente come disco primario, effettuare il boot e lasciar fare il check del disco al primo avvio).

Ecco come viene visto dal "Disk Management" di Windows 10 attaccato come disco secondario.

In conclusione: è possibile clonare un disco (con partizioni ntfs) di dimensioni superiori su un disco di dimensioni inferiori utilizzando clonezilla, senza prima dover ridimensionare le partizioni.

 

Print Friendly, PDF & Email